Qualche libro ricevuto

di
Di alcuni libri ricevuti negli ultimi mesi parlerò cercando un filo rosso, credo non artificioso, che ne rispetti diversità e specificità di linguaggio, tematica e riesca a coglierne almeno qualche elemento peculiare. Del primo, dirò qualcosa servendomi di una fotografia …
Continua a leggere

Metallico

di
Una parola a settimana per comporre un “lessico minimo” per l’approccio al vino da parte dei non addetti ai lavori. Metallico: Sgradevole sapore che può essere carattere proprio del vino (malato, quindi) oppure derivare dall’accoppiamento di un vino con cibi …
Continua a leggere

Barrique

di
Una parola a settimana per comporre un “lessico minimo” per l’approccio al vino da parte dei non addetti ai lavori.   Barrique: Termine entrato prepotentemente negli ultimi anni nel gergo enologico italiano, con alcuni neologismi derivati (linguisticamente indigesti: vino barricato, …
Continua a leggere

La poesia del quotidiano

di
Il riferimento d’obbligo è a Paul Klee, quando dice che la responsabilità di un’opera è per un 50% dell’artista, l’altra metà spetta a chi la guarda. Oppure, per rimanere nel campo dell’arte, a Pierre Auguste Renoir: «Non sapete quanto mi …
Continua a leggere

Speziato

di
Una parola a settimana per comporre un “lessico minimo” per l’approccio al vino da parte dei non addetti ai lavori.   Speziato: Con profumo e gusto che rimanda alla famiglia aromatica delle spezie (cannella, anice…).
Continua a leggere

Abboccato

di
Una parola a settimana per comporre un “lessico minimo” per l’approccio al vino da parte dei non addetti ai lavori.   Abboccato: Vino che presenta una componente dolce, non preponderante: nella scala dei valori sta tra “secco” e “amabile”. Questa …
Continua a leggere

I sapori dimenticati

di
Fuori dalle direttrici turistiche più note, negli ultimi anni le Marche sono entrate negli itinerari dei turisti più attenti, disposti a ricercare la bellezza anche laddove questa non è immediatamente svelata, e dove non di rado “sbagliare strada” può riservare …
Continua a leggere

Come tu mi vuoi

di
Come tu mi vuoi. Raccontare il locale, i territori, le biodiversità a cura di Antonio Attorre (Affinità elettive 2016,  € 13)   I prodotti tipici siamo noi. O almeno saremmo destinati a esserlo, consumatori prevedibili e replicabili. Un consumatore prevedibile, …
Continua a leggere

Stereotipi cinematografici

di
(Fonte immagine)   Molto si è detto a proposito di una certa opacità della fisionomia delle Marche storicamente legata alla mancanza di un’identità forte; se ne trova un riflesso anche nella letteratura e nell’immaginario cinematografico, con caratterizzazioni sovente sfumate e, …
Continua a leggere